Home Arte “CAPRICCIO E NATURA” ARTE NELLE MARCHE DEL SECONDO CINQUECENTO A MACERATA FINO...

E’ allestita presso i Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi di Macerata la mostra “Capriccio e natura. Arte nelle Marche del secondo Cinquecento”.

Percorsi di rinascita a cura di Alessandro Delpriori e Anna Maria Ambrosini Massari, realizzata da Macerata Musei.

L’esposizione, che rimarrà aperta fino al 13 maggio 2018, è parte del progetto Mostrare le Marche, un progetto regionale nato dal protocollo d’intesa tra Regione Marche, Mibact, Anci, Conferenza Episcopale e i Comuni di Macerata, Ascoli Piceno, Fermo, Loreto, Matelica, Fabriano, che si propone un ciclo di sei mostre tra il 2017 e il 2018 per promuovere la conoscenza e lo sviluppo dei territori colpiti dal sisma del 2016.

La mostra Capriccio e natura coglie l’occasione del temporaneo trasferimento nei depositi dei Musei civici di Palazzo Buonaccorsi dei dipinti della Chiesa di Santa Maria delle Vergini a Macerata, capolavoro del Cinquecento inagibile a causa del sisma, per un ripensamento completo su quel cantiere e sul suo ruolo nella storia artistica nelle Marche alla fine del XVI secolo. 

Dallo straordinario punto di osservazione maceratese la visuale si apre ad abbracciare la pluralità affascinante di presenze artistiche nell’intera regione fra Cinque e Seicento, illuminando entro un largo raggio quelle relazioni e quei riflessi che possano far emergere, nel contesto del Centro Italia, la densità artistica dell’area maceratese.

 

 

Orario: dal martedì alla domenica: 10:00-18:00.

Aperture straordinarie lunedì 23 aprile e lunedì 30 aprile 

Seguici:

Leave a Reply

COL SORRISO SULLE MARCHE

L'Aperitivo Cabaret torna al Politeama di Tolentino con due spettacoli comici che vedono protagonisti Giorgio Verduci e Claudio Batta, volti storici di Zelig. Sabato 7 aprile alle...
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial