Home Spettacolo Moni Ovadia tra l’Iliade e l’Odissea

Da Pesaro a San Benedetto del Tronto un viaggio in due tappe – giovedì 6 e venerdì 7 agosto – con Moni Ovadia, uno dei più grandi cantori del nostro tempo, nella letteratura classica con Iliade un racconto mediterraneo e Odissea un racconto mediterraneo, progetti diretti da Sergio Maifredi e prodotti dal Teatro Pubblico Ligure.

L’Iliade di Omero con la lettura commentata del Libro I L’ira di Achille è al centro dell’appuntamento di giovedì 6 agosto a Pesaro (Rocca Costanza, ore 21.30), proposto nel cartellone del TAU / Teatri Antichi Uniti, rassegna regionale di teatro classico promossa da Comuni, Regione Marche, AMAT e Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche. “Iliade – afferma Maifredi – è il big bang della letteratura occidentale. Nei suoi versi sono racchiusi i geni di tutti i miti, di tutti gli eroi. Iliade è un racconto della prima guerra del Mediterraneo e quindi la prima guerra mondiale. Iliade è l’archetipo, il paradigma delle guerre che verranno. Nei suoi versi ci sono il conflitto, l’ira, l’eroismo, il dolore, il rancore, l’amore, il sangue, le armi, la paura, le madri, le spose, i padri, i figli ma soprattutto vi è la morte. La nera morte umanamente temuta, la bella morte eroicamente cercata. La morte che è fine di tutto e che per questo impone i patti di pace come catarsi finale”.

A San Benedetto del Tronto venerdì 7 agosto alle 21.15 in Piazza Piacentini nel contesto di Mare Aperto – rassegna di teatro, musica e letteratura dedicata al mare realizzata da Comune e AMAT – Moni Ovadia condurrà il pubblico nel Libro XXI dell’Odissea (La gara dell’arco). “L’Odissea è la prima fiction a puntate – afferma Maifredi – i singoli episodi vivono assoluti e il “montaggio” lo fa spettatore che può conoscere o anche ignorare quelli precedenti”. Il ritorno di Ulisse, l’annientamento dei pretendenti di Penelope, il ristabilire un legame e un ordine che il viaggiare per mare del protagonista aveva compromesso sono i temi della narrazione affidata al grande interprete.

A Pesaro con Iliade un racconto mediterraneo proseguono anche gli AperiTAU. Sorsi e passeggiate di storia, visite guidate gratuite alle aree archeologiche e ad altri luoghi di grande interesse culturale accompagnate da un brindisi realizzato con il prezioso contributo della Tenuta Carlini Vini e Vigneti, dell’Azienda Agricola Malacari, dell’Oleificio di Silvestri Rosina e di Enopolis Antiche Cantine di Palazzo Jona. Alle ore 19.30 il pubblico è invitato (posti limitati) alla visita al laboratorio di restauro dei corredi piceni della Necropoli di Novilara a cura di Chiara Delpino della Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche. È previsto un bus navetta gratuito, partenza da Rocca Costanza ore 19 (prenotazione obbligatoria al 349 1941092).

Informazioni per gli spettacoli presso AMAT 0712072439 e: per Pesaro Creattività 0721 638882, biglietteria a Rocca Costanza nel giorno di spettacolo dalle ore 20.30 (366 6305500); per San Benedetto del Tronto Comune ufficio cultura t. 0735/794587 e 0735/794588.

 

 

 

Barbara Mancia, Ufficio stampa AMAT

Seguici:

Leave a Reply

COL SORRISO SULLE MARCHE

Col sorriso sulle Marche di Alessandra Lumachelli La bellezza delle emozioni disegnate dai bambini Quanti personaggi rendono le Marche importanti! Pensiamo a Raffaello Sanzio, a Giacomo...
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial